il logo di www.minieredisardegna.it

Vai all'intervista di:

Figli di Miniera

L'intervista a Giampiero Pinna (2), Ex- Consigliere Regionale

I temi dell'intervista a Giampiero Pinna (2)

  1. Franco Farci
  2. Antonio Congia
  3. Giampiero Pinna
  4. Sandro Mezzolani
  5. Ilio Salvadori
  6. Sandro Putzolu
  7. Tarcisio Agus
  8. Daverio Giovannetti
  9. Gianfranco Bottazzi
  10. Giampiero Pinna (2)
  11. Peppuccio e Angelo
  12. Alessandra Fantinel
  13. Franco Esu
  14. Ricordi sparsi dei minatori di Buggerru

Le motivazioni clientelari della costituzione dell’Ati Ifra

La storia della nascita del Parco Geominerario, come sa, è comunque, che lo vogliano o no gli amici e i nemici, è legata al fatto che io li ho costretti a fare la legge, li ho costretti a… io assieme agli altri lavoratori, a fare il decreto, a stanziare i soldi per le bonifiche. E quando tutti i risultati erano conseguiti, purtroppo ho dovuto ancora fare una battaglia di sette mesi sottoterra per tentare di contrastare questa scelta scellerata che ha portato solo disastri, che è stata quella di coinvolgere le imprese pugliesi.

Ecco, imprese pugliesi, poi una società sarda che io chiamo di comodo perché è stata scelta, non ha vinto nessun appalto, ma è stata scelta. Una società che non aveva… che era una società fantasma, allora. Che è stata scelta, imposta a queste società pugliesi per fare un raggruppamento di imprese. Ma su questa società sarda si sono concentrate le attenzioni, i sostegni conniventi di molte forze politiche, prima di tutto del centro destra, ma qualcuna anche del centro sinistra, e comunque anche del sindacato.

E io ho dovuto riprendere l'occupazione nel mese di giugno del 2001 contro questa decisione scellerata. Allora si poteva anche sbagliare perchè tutti dicevano "basta il pubblico, deve essere il privato. Non l'Igea, ma il privato". Efficienza… Insomma, a distanza di tre anni di consuntivo, un disastro totale. È stato creato un altro carrozzone clientelare che ha raddoppiato i costi per lo Stato e la Regione, nel senso che sono stati costituiti staff tecnici-amministrativi che non esistevano, e i nostri tecnici-amministrativi di Igea sono pagati senza far niente. È stato un serbatoio nel quale oltre… con la scusa di assumere gli lsu, in questi pseudo staff tecnici-amministrativi hanno assunto i generi degli assessori … i parenti dei funzionari che dovevano controllare l'Ati Ifra (dei funzionari regionali), i parenti dei sindacalisti. Questo è l'Ati Ifra: un grande bluff che soltanto adesso ci stanno mettendo… qualcuno comincia a dirmi (finalmente) "avevi ragione. Bisogna ovviare a questa scelta disastrosa".

  1. Il declino del settore minerario sardo alla fine degli anni Sessanta
  2. La spinta per un rilancio del settore nella prima metà degli anni Settanta
  3. Le miniere sarde non hanno creato imprenditori sardi
  4. L'intervento dello Stato degli anni Settanta e il caso Giasoli
  5. Chiusura delle miniere e provvedimenti per la riconversione del settore
  6. La verticalizzazione del settore minerario: la metallurgia
  7. Le miniere di carbone del Sulcis tra Enel ed Eni
  8. L’intervento della Regione nel settore carbonifero e la prospettiva della gassificazione
  9. Le motivazioni clientelari della costituzione dell’Ati Ifra
  10. Le funzioni del Consorzio del Parco

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere