il logo di www.minieredisardegna.it

Vai all'intervista di:

Figli di Miniera

L'intervista a Giampiero Pinna, Ex- Consigliere Regionale

I temi dell'intervista a Giampiero Pinna

  1. Franco Farci
  2. Antonio Congia
  3. Giampiero Pinna
  4. Sandro Mezzolani
  5. Ilio Salvadori
  6. Sandro Putzolu
  7. Tarcisio Agus
  8. Daverio Giovannetti
  9. Gianfranco Bottazzi
  10. Giampiero Pinna (2)
  11. Peppuccio e Angelo
  12. Alessandra Fantinel
  13. Franco Esu
  14. Ricordi sparsi dei minatori di Buggerru

Gli attestati di solidarietà alla lotta

Con questa nostra resistenza siamo riusciti un po' a far capire a chi doveva decidere che noi non avremmo mollato e che questa spina nel fianco se la sarebbero tenuta ancora molto a lungo.

C'è anche da tenere presente che noi la forza, il coraggio per andare avanti l'ottenemmo anche grazie a sostegni morali di grandissimo spessore. Io ricordo … il messaggio che padre Alex Zanotelli ci inviò da Coro Gocho (?) in Kenia, da questa baraccopoli dove lui viveva in un immondezzaio alla periferia di Nairobi. E nonostante fosse in quelle situazioni trovò il tempo e il modo di farci arrivare un messaggio nel quale ci diceva: "questa vostra è una battaglia giusta, resistete perché il mondo degli emarginati, di quelli che hanno problemi per il lavoro e per la sopravvivenza ha bisogno di queste lotte, perché diventi un momento di riscatto".

E allo stesso modo ricevemmo un altro atto di solidarietà importante, che fu quello che ci arrivò dal Brasile da fratel Gerardo (?), un missionario della Compagnia di Gesù, dei Piccoli fratelli, il quale mandò un messaggio di sostegno certificato da un notaio dello stato dove viveva in Brasile. Ed era significativo quel messaggio, perchè lui aveva vissuto con noi, per circa tredici anni, nella miniera di San Giovanni, e aveva fatto il minatore per tredici anni. E dunque lui conosceva più di ogni altro questa realtà, e l'esigenza che c'era in questo territorio di riconvertire l'economia, e soprattutto di non disperdere, di recuperare e di valorizzare questo immenso patrimonio di storia, di cultura e di lavoro dell'uomo.

E infine l'altro… non solo messaggio, ma una visita, che ricevemmo in miniera fu quella di Alberto Granado, l'amico di Che Guevara, quel medico argentino col quale Che Guevara fece quel viaggio in moto da Buenos Aires a Caracas in Venezuela. Ecco, lui si trovava in Italia per altri appuntamenti, per altri impegni, e quando seppe che c'era questa battaglia a pozzo Sella volle venire a trovarci.

  1. La decisione di occupare Pozzo Sella
  2. Occupazione e manifestazioni di consenso del territorio
  3. L’occupazione continua tra ritorsioni e manifestazione d’appoggio
  4. Gli attestati di solidarietà alla lotta
  5. I risultati della battaglia di Pozzo Sella
  6. Il Parco secondo Giampiero Pinna
  7. L’esclusione dell’Igea dai lavori legati al Parco
  8. Quale ruolo all’Igea?
  9. La strategia della confusione adottata dalla Giunta di centrodestra
  10. Due strategie di sviluppo diverse

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere