il logo di www.minieredisardegna.it

Vai all'intervista di:

Figli di Miniera

L'intervista a Sandro Mezzolani, Esperto di archeologia mineraria

I temi dell'intervista a Sandro Mezzolani

  1. Franco Farci
  2. Antonio Congia
  3. Giampiero Pinna
  4. Sandro Mezzolani
  5. Ilio Salvadori
  6. Sandro Putzolu
  7. Tarcisio Agus
  8. Daverio Giovannetti
  9. Gianfranco Bottazzi
  10. Giampiero Pinna (2)
  11. Peppuccio e Angelo
  12. Alessandra Fantinel
  13. Franco Esu
  14. Ricordi sparsi dei minatori di Buggerru

Il Parco tra il rischio di diventare un carrozzone e la possibilità di rilancio

Io dico che il rischio che [il Parco Geominerario] sia già un carrozzone è forte. Non è detto che al carrozzone non gli si possa dare una nuova direzione. E la direzione da dare, sicuramente, è quella dell'automantenimento. Ovvero. Utilizziamo soldi pubblici per un certo numero di anni, mettiamo su un sistema produttivo, e a un certo punto stacchiamoci dalla motrice e cerchiamo di camminare per conto nostro. (…)

Questo però deve avvenire a una considerazione fondamentale: che si ricordi il ruolo dei privati, il ruolo degli operatori turistici. (…) Altra cosa che dobbiamo assolutamente ricordare è che le miniere valorizzate, da sole, non risolvono certamente i problemi del territorio. (…) Il turismo del Parco Geominerario si deve ben sposare con altre attività, legate comunque alla valorizzazione dei beni ambientali …

Ci vuole una grossa sinergia, una grossa forza di intenti tra vari Enti. Questa forza al momento non c'è mai stata. Si pensi addirittura che in regioni come la Toscana tutto il settore minerario, ovvero la promozione, ma anche gli interventi nel settore… c'è da ricostruire una galleria? Non ci pensano quattro o cinque assessorati come succede qua. Ci pensa l'assessorato al turismo. Oppure in Veneto ci pensa l'Assessorato ai Beni Culturali. (…) Pensate che qua, invece, in Sardegna c'è: la Pubblica Istruzione per determinati aspetti, l'Assessorato all'ambiente perché la miniera insiste su terreni in qualche modo inquinati, quindi bisogna chiede anche all'Assessorato all'ambiente; poi c'è anche l'Assessorato all'Industria … tutto ciò è assurdo!

Secondo me tutti questi ritardi, tutte queste doppiezze potranno essere risolte con l'istituzione di un Comitato, quindi di un Parco Geominerario che effettivamente funzioni, con un Presidente, un Direttore, degli Organi direttivi veramente motivati. Gente che avrà un mandato di tre-quattro anni, avrà dei contratti a obiettivo.

  1. Come nasce l’idea di riconvertire il settore minerario a fini turistico-culturali
  2. I ritardi e il bisogno del Parco
  3. Il Comitato di gestione del Parco e la "cabina di regia"
  4. L'Igea e la gestione turistica dei siti minerari
  5. Società Geoparco e Igea
  6. Gli operatori turistici dimenticati
  7. Il Parco tra il rischio di diventare un carrozzone e la possibilità di rilancio
  8. Contro l’eccesso di bonifica
  9. La ricchezza potenziale del complesso Ingurtosu - Montevecchio
  10. Sogni infranti 1: il Progetto Ingurtosu dell’Agip Miniere
  11. Sogni infranti 2: il Progetto Montevecchio
  12. Su cosa si infrangono i sogni (1)
  13. Su cosa si infrangono i sogni (2)

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere