il logo di www.minieredisardegna.it

Vai all'intervista di:

Figli di Miniera

L'intervista a Ilio Salvadori, Presidente dell'Igea

I temi dell'intervista a Ilio Salvadori

  1. Franco Farci
  2. Antonio Congia
  3. Giampiero Pinna
  4. Sandro Mezzolani
  5. Ilio Salvadori
  6. Sandro Putzolu
  7. Tarcisio Agus
  8. Daverio Giovannetti
  9. Gianfranco Bottazzi
  10. Giampiero Pinna (2)
  11. Peppuccio e Angelo
  12. Alessandra Fantinel
  13. Franco Esu
  14. Ricordi sparsi dei minatori di Buggerru

L’esclusione dell’Igea dal Parco

La prima reazione è stata questa, di tutti, di tutto il nostro personale: "Ma come, siamo nati, e nel nostro statuto sta scritto, per fare questo: messa in sicurezza, riabilitazione, valorizzazione, presidi minerari. Adesso vediamo che le stesse cose vengono attribuite anche ad altri. Magari ci lasceranno qualcosa anche a noi, ma intanto una legge dello Stato che ha istituito questo geoparco, e con il geoparco deve dare lavoro a tutti questi lsu, che, per carità, hanno tutti i diritti di lavorare, ci mancherebbe altro, però sta dando a questi qui degli incarichi che prima erano esclusivi nostri".

E allora vediamoci chiaro, no? Intanto il geoparco era nato già qui come Miniera Iglesiente. Era stata Miniera Iglesiente che per prima aveva proposto la nascita di un Parco Geominerario. Non quello su tutta la Sardegna, per carità, molto più modestamente un parco geominerario dell'Iglesiente e Sulcis. Perché? Perché avevamo tante di quelle… tutte le nostre proprietà qui dentro, e rappresentano anche il 90% di tutte le altre proprietà minerarie che poi entreranno nel Geoparco, e quindi avevamo proposto questo affare qui. E avevamo già in animo un certo sviluppo attraverso fondi del Ministero dell'Industria, dati allora a Miniera Iglesiente. Avevamo già avuto contatti con l'Unesco. Ma lasciamo perdere tutta questa cosa.

Poi è nata l'idea del grande parco geominerario, cioè tutta la Sardegna. Un'idea grandiosa, che ha ricevuto riconoscimenti importanti, però che non ha tenuto conto, si è dimenticata che esisteva Igea. Ecco, diciamo, in questa idea Miniera Iglesiente, prima, Igea, dopo, sono state dimenticate. Ci si è dimenticato che Igea, come erede di tutte le miniere che si erano raggruppate in questo nuovo nome e simbolo minerario, era proprietaria [di quasi tutte le concessioni minerarie in Sardegna]. (…) Non solo. Non è stata neanche invitata nel Geoparco. (…) Hanno iniziato con creare un consiglio… un comitato esecutivo… non so come si chiami, in cui non è stato chiamato un rappresentante di Igea. Che poteva essere uno qualsiasi dei suoi funzionari, che conoscono tutte le problematiche dei vari siti minerari, che poteva essere utile al parco. E vabbe', evidentemente si ritiene che non ci sia bisogno. Per carità, ognuno vede le cose secondo la propria angolatura, la propria apertura mentale. E quindi in questo caso noi siamo completamente emarginati, in questo senso, dal Geoparco.

  1. Come nasce l’Igea
  2. L'Igea e la gestione turistica dei siti
  3. L’esclusione dell’Igea dal Parco
  4. I rapporti tra Igea e l’Ati Geoparco
  5. L’Igea in numeri
  6. Le prospettive future dell’Igea

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere