il logo di www.minieredisardegna.it

Vai all'intervista di:

Figli di Miniera

L'intervista a Tarcisio Agus, Sindaco di Guspini

I temi dell'intervista a Tarcisio Agus

  1. Franco Farci
  2. Antonio Congia
  3. Giampiero Pinna
  4. Sandro Mezzolani
  5. Ilio Salvadori
  6. Sandro Putzolu
  7. Tarcisio Agus
  8. Daverio Giovannetti
  9. Gianfranco Bottazzi
  10. Giampiero Pinna (2)
  11. Peppuccio e Angelo
  12. Alessandra Fantinel
  13. Franco Esu
  14. Ricordi sparsi dei minatori di Buggerru

Il Parco come coordinatore e strumento della programmazione proveniente dai comuni

I parchi che funzionano, tra virgolette, sono quelli che hanno l'amministrazione, cioè il Parco della Maddalena… Il Parco del Molentargius, gia l'idea che c'è la Provincia di mezzo non ci riescono a mettersi d'accordo in tre comuni … Perché c'è comunque qualche organismo che interferisce sui comuni. E chi porta la dotazione di beni e proprietà sono i comuni, non è né la Provincia né la Regione. Allora, o la Provincia e la Regione demandano agli Enti Locali la gestione del proprio territorio, e quindi devono, come dire, aver fiducia che i comuni son maturi per gestire le cose. Non foss'altro, l'esempio più classico lo stiamo dando con l'utilizzazione dei fondi sulle misure del POR. Nelle aree minerarie chi ha fatto i progetti sono i comuni, non è certo la Provincia o la Regione.

E i comuni purtroppo stanno andando per conto loro, quindi slegati da un piano organico che il parco avrebbe dovuto predisporre, e quindi avrebbe dovuto dare indicazione ai comuni per muoversi all'interno di un processo organico. E ciascuno in questo grande puzzle avrebbe messo il suo tassello, e il parco poi l'avrebbe valorizzato, promosso, incrementato, e invece noi ci stiamo creando la nostra piccola area parco con la speranza che possa poi essere incastonata, ma col rischio anche di creare doppioni, e quindi di presentare un parco dove uno vede una cosa e poi non andrà a vederne un'altra perché non avrà nessun interesse a fare un circuito all'interno delle aree del parco. Invece lo spirito del parco era proprio quello di far fruire tutte le aree in un percorso ideale di fruizione che tenesse il turista inchiodato in Sardegna per almeno 15 giorni.

  1. Come il destino del Parco si intreccia con quello dei lavoratori socialmente utili
  2. Un parco anomalo con pochissimi vincoli
  3. La rocambolesca nascita ufficiale del Parco
  4. Un parco al servizio dei piccoli comuni
  5. Il Parco come coordinatore e strumento della programmazione proveniente dai comuni
  6. Ancora sul Parco come strumento della programmazione dei comuni
  7. Cattiva gestione e "Buone Pratiche"
  8. Parco geominerario, Geoparco, "cabina di regia"
  9. Il Parco tra resistenze regionali e scetticismo di molti comuni
  10. Il Parco che sottrae risorse da gestire non piace alla Regione

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere