il logo di www.minieredisardegna.it

Vai alla miniera di:

(Miniere di Barbagia - Alto Sarcidano)
Miniera di Giacuru - Perdabila

Miniera di
Barbagia - Alto Sarcidano

  1. Fluminimaggiore
  2. Gonnosfanadiga-Villacidro
  3. Sardegna centrale
  4. Monte Narba (San Vito-Muravera)
  5. Salto di Quirra - Gerrei
  6. Nurra (Alghero) e Planargia
  7. San Vito - Villaputzu
  8. Rio Ollastu (Burcei)
  9. Arburese (Arbus)
  10. Iglesias-Gonnesa
  11. Iglesias-Marganai (Domusnovas)
  12. Monte Arci (Pau)
  13. Sulcis (alto e basso)
  14. Salto di Gessa (Buggerru)
  15. Barbagia - Alto Sarcidano
  16. Gerrei - Parteolla
  17. Monte Albo (Lula)
  18. Silius
  19. Ogliastra
  20. Orani - Nuorese
  21. Sassarese
  22. La Maddalena - Gallura

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

La miniera di ferro di Giacuru - Perdabila (si trova anche il toponimo Giacurru o Giaccuru) è ubicata in una stretta valle in territorio di Aritzo - Gadoni; la miniera è raggiungibile dalla S.S. 295 mediante una strada sterrata che parte dal 23esimo chilometro e raggiunge il fondovalle solcato dal Rio Giaccuru.

Percorrendo la Strada Statale 295 in direzione Aritzo, all'altezza del 28esimo chilometro, volgendo lo sguardo verso est è possibile individuare i cantieri alti della miniera.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

La Storia

Negli anni '30 del '900 erano attive in quest'area una serie di ricerche minerarie che miravano a mettere in luce un giacimento a magnetite molto promettente. Nel 1938 la Società Cogne iniziò una sistematica esplorazione mineraria con rilievi magnetometrici: in una parte del permesso di ricerca furono eseguiti 4000 metri di sondaggi e 3200 metri di gallerie.

Nel 1963 la Società Elettrosiderurgica Sarda di Cagliari otteneva la concessione mineraria per minerali di ferro in un'area di 602 ettari; tale società operò in tale area fino agli anni '70.

Nel 1974 la Regione Sardegna divenne titolare di un permesso di ricerca chiamato Perdabila per minerali di ferro, piombo, zinco, rame e wolframio.

Nel 1997 la Ditta TRALMEC di Iglesias ottenne un permesso di ricerca per soli minerali di ferro.

Recentemente la Ditta Locci si è interessata dell'area.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Il Giacimento

Dal punto di vista giacimentologico Giacurru ricade fra quei giacimenti di origine termometamorfica con mineralizzazione a magnetite, carbonati, silicati e solfuri; il minerale prevalente è la magnetite inquinata da silice e zolfo. Il giacimento di Giacuru è ospitato negli scisti siluriani della Barbagia.

Altre località minerarie

Is Pramas (Aritzo) - Vecchia coltivazione di Galena e Blenda.

I Minerali di Giaccurru

Bismutite, Calcite, Calcopirite, Ematite, Ilvaite, Magnetite, Pirite, Sfalerite.


Bibliografia

GUERRAZZI JACOPO "Nota sulla metallurgia delle magnetiti nel giacimento di Giacuru" - Estratto da: Atti del convegno di studi sulla Industrializzazione della Sardegna, vol. 2.

FADDA ANTONIO FRANCO "Sardegna, guida ai tesori nascosti" - Ed. COEDISAR, Cagliari, 1994.

Carta Geologica 1:25.000, Foglio 218, Isili, 1976.

Carta Geologica della Sardegna 1:200.000, 1997.

Vota questa miniera

Questa pagina è stata visitata 3099 volte

  1. Ingurtipani (Seulo)
  2. Fundu e Corongiu e San Sebastiano(Seui)
  3. Laveria San Sebastiano - Corongiu (Seui)
  4. Funtana Raminosa
  5. Monti Nieddu
  6. Genna Gureu (o Genna Ureu)
  7. Giacuru - Perdabila
  8. Alera (Sadali)
  9. Meana Sardo

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere