il logo di www.minieredisardegna.it

Vai alla miniera di:

(Miniere di Sassarese)
Miniera di Oschiri

Miniera di
Sassarese

  1. Fluminimaggiore
  2. Gonnosfanadiga-Villacidro
  3. Sardegna centrale
  4. Monte Narba (San Vito-Muravera)
  5. Salto di Quirra - Gerrei
  6. Nurra (Alghero) e Planargia
  7. San Vito - Villaputzu
  8. Rio Ollastu (Burcei)
  9. Arburese (Arbus)
  10. Iglesias-Gonnesa
  11. Iglesias-Marganai (Domusnovas)
  12. Monte Arci (Pau)
  13. Sulcis (alto e basso)
  14. Salto di Gessa (Buggerru)
  15. Barbagia - Alto Sarcidano
  16. Gerrei - Parteolla
  17. Monte Albo (Lula)
  18. Silius
  19. Ogliastra
  20. Orani - Nuorese
  21. Sassarese
  22. La Maddalena - Gallura

clicca per ingrandire la mappa

Il territorio di Oschiri, al confine tra il Sassarese e la Gallura fu interessato da una miriade di piccoli lavori di ricerca soprattutto per minerali di molibdeno. Di tali lavori oramai si ha difficoltà ad individuare le tracce sia per la eseguità degli stessi che per la presenza di una fitta vegetazione in tutta l'area a Nord del lago Coghinas.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Una lunga serie di permessi di ricerca venne rilasciata proprio nell'area a Nord del lago Coghinas e presso la frazione di Giagone - Tuccone lungo la strada che collega Oschiri a Tempio.

clicca per vedere un ingrandimento della fotografia clicca per vedere un ingrandimento della fotografia clicca per vedere un ingrandimento della fotografia clicca per vedere un ingrandimento della fotografia clicca per vedere un ingrandimento della fotografia

La Storia

Già nel 1921 venne rilasciato il permesso di ricerca Branculazzu o Su Laccheddu; in tale sito vennero realizzati brevi tratti di galleria per indagare una mineralizzazione a prevalente molibdenite.

Intorno agli anni '20 il Sig. Antonio Casula di Oschiri deteneva diversi permessi di ricerca per minerali di piombo, zinco, rame, ferro, argento e manganese con i nomi di Nuraghe Giolza, Rio Crastesu, Spinadolzu e Su Frassu.

Nel 1936 i permissionari A. Bressan e G. Bua iniziarono lo scavo di una galleria sul lato destro del Rio Rizzolu per seguire una mineralizzazione a molibdeno in profondità, scavando inoltre alcune trincee ed un pozzo. Gli stessi permissionari detenendo anche il permesso di Su Signaleddu realizzarono piccoli lavori di ricerca lungo la strada Oschiri - Tempio rinvenendo una discreta mineralizzazione a galena, calcopirite e molibdenite.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Negli anni '40 la ditta G. Bua & Company realizzò una serie di lavori per conto della Soc. FIAT Ferriere Piemontesi che intendeva valutare la consistenza della mineralizzazione prima di acquistare il permesso; vennero eseguiti anche degli scavi a cielo aperto, ma l'eseguità delle mineralizzazioni convinse la Società Fiat ad abbandonare i lavori.

Negli anni '50 si susseguirono i permessi di ricerca Baddedoltzu, San Giorgio e Su Rizzolu; In particolare dal '58 al 60 il Sig. Camillo Desio di Padova ricercò molibdeno con il permesso di ricerca denominato Monte Mannu in un'area di 166 ettari.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Nel 1973 la Progemisa eseguì diverse ricerche per minerali di fluoro, bario, piombo e zinco col permesso Punta Lanzinosa, mentre nel 1977 la Soc. Santa Barbara Mineraria ricercò piombo, zinco, rame e stagno con il permesso denominato Coghinas.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Nei primi anni '90 nella zona vennero eseguite ricerche per caolino e feldspato.

La Geologia e la Mineralizzazione

La zona a Nord di Oschiri, tra la statale per Tempio e gli impianti idroelettrici del Coghinas è caratterizzata da una mineralizzazione a prevalente molibdenite nota già negli anni '20. Tale mineralizzazione risulta concentrata in una fascia metamorfica (4-5 metri di spessore) di contatto tra il granito ercinico e gli scisti paleozoici (siluriani), e questo lascia presumere una genesi per metasomatismo di contatto.

clicca per ingrandire la mappa

La molibdenite all'interno di tale fascia si trova diffusa e concentrata in lamine più o meno grandi o all'interno di fratture.

Tutta l'area attorno al Monte Mannu (387 m.) è caratterizzata da graniti a grana grossa e microgranulari, oltre a lembi di rocce metamorfiche e sabbioni granitici; tra il Monte Mannu e Punta Sas Conzas (384 m.), impostato in una probabile faglia, scorre il Rio Rizzolu lungo il quale si concentrarono nel tempo gran parte dei lavori minerari che ricercavano la mineralizzazione.

I Minerali di Oschiri

Diaspro, Heulandite, Molibdenite, Quarzo xiloide, Selce piromaca, Wolframite.


Questa scheda è stata realizzata anche grazie al contributo della Prof.ssa Eugenia Fresu, del Sig. Massimo Fiorini e della Sig.ra Obino, bibliotecaria del Comune di Oschiri.


Bibliografia

Archivio EMSA-Progemisa.

Rivista del servizio m inerario: anno 1921-1936-1940-1941-1942.

DERIU M, ZERBI M. Notizie preliminari sul rilevamento geopetrografico e sulle ambientazioni petrogenetiche relative al giacimento di molibdenite di Monte Mannu - Oschiri - Symposium A.M.S. - Iglesias - 1965.

CABOI R., CONDRO' A., MASSOLI-NOVELLI R. "La mineralizzazione a molibdenite di M.te S'Abbagana (Monti - Sardegna Nord-Orientale)" - Rendiconti del Seminario della Facoltà di Scienze Università di Cagliari, 1970.

GHEZZO C., GUASPARRI G., RICCOBONO F., SABATINI G., PRETTI S., URAS I. "Le mineralizzazioni a molibdeno associate al magmatismo intrusivo ercinico della Sardegna" - Rendiconti Soc. It. Min. e Petr. n. 38 - 1981.

SALVADORI ILIO "Segnalazione di una manifestazione a molibdenite nella zona di Villacidro" - Resoconti Ass. Min. Sarda - 1959.

BILLOWS E. "I Minerali della Sardegna ed i loro giacimenti" Estratto da Sardegna Mineraria - Cagliari - 1941.

FADDA ANTONIO FRANCO "Sardegna, Guida ai tesori nascosti" Edizioni Coedisar - Cagliari, 1994.

Carta Geologica 1:100.000, Foglio n. 181, Tempio Pausania.

Carta Geologica della Sardegna 1:200.000, 1997.

Vota questa miniera

Questa pagina è stata visitata 3610 volte

  1. Su Elzu e Bena de Pardu
  2. Padria (S'Alghentarzu)
  3. Borutta (Grotta Ulari)
  4. Sos Agheddos (Uri)
  5. Oschiri
  6. Acque termali e minerali della Sardegna

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere