il logo di www.minieredisardegna.it

Vai alla miniera di:

(Miniere di Orani - Nuorese)
Miniera di Funtana Bona

Miniera di
Orani - Nuorese

  1. Fluminimaggiore
  2. Gonnosfanadiga-Villacidro
  3. Sardegna centrale
  4. Monte Narba (San Vito-Muravera)
  5. Salto di Quirra - Gerrei
  6. Nurra (Alghero) e Planargia
  7. San Vito - Villaputzu
  8. Rio Ollastu (Burcei)
  9. Arburese (Arbus)
  10. Iglesias-Gonnesa
  11. Iglesias-Marganai (Domusnovas)
  12. Monte Arci (Pau)
  13. Sulcis (alto e basso)
  14. Salto di Gessa (Buggerru)
  15. Barbagia - Alto Sarcidano
  16. Gerrei - Parteolla
  17. Monte Albo (Lula)
  18. Silius
  19. Ogliastra
  20. Orani - Nuorese
  21. Sassarese
  22. La Maddalena - Gallura

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Il Territorio

La Barbagia è una regione montuosa della Sardegna centrale in cui si susseguirono a partire dalla fine dell'800 diverse miniere di piombo argentifero di cui una delle più antiche è quella di Correboi; le concessioni minerarie non furono tantissime, se confrontate con altre aree della Sardegna, ma furono invece moltissimi i permessi di ricerca. In particolare nella Barbagia di Ollolai, in territorio di Orgosolo si susseguirono diversi permessi di ricerca a partire dal 1880; fra tutti, è molto interessante dal punto di vista della ubicazione quello di Funtana Bona, all'interno della bellissima Foresta di Montes ai margini del Supramonte di Orgosolo.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

La Geologia

Dal punto di vista geologico il territorio di Orgosolo è caratterizzato dal complesso granitico ercinico (Permo-Carbonifero) e dal complesso scistoso paleozoico (Ordoviciano?); in particolare il complesso intrusivo compreso tra Mamoiada e Orgosolo risulta solcato da filoni pegmatitici, lamprofirici, porfirici ed idrotermali; probabilmente questi ultimi sono la causa delle diverse mineralizzazioni ricercate nell'area in esame.

Le Miniere

Già dal 1880 risulta che fu rilasciato il permesso di ricerca di Badde de is Molentis per minerali di piombo e argento al Sig. Giovanni Mele eppoi passato al più noto Leone Gouin.

Nel 1882 il Sig. C. Grisenti ricercò argento alle pendici di Monti Uanni, mentre il Sig. L.G. Frau deteneva diversi permessi per minerali d'argento nel territorio: S'Eredade, Tocoeri, Isserai.

Nel 1883 il Sig. C. Grisenti eseguiva ricerche per minerali d'argento in località Steoni, il Sig. G. Cadinu Massidda ricercava piombo a Su Bruxiau e i Sigg. M. Fancellu & Campus nella località Litu.

Il già citato L. G. Frau portava avanti anche i permessi di ricerca di Punzitta, Sa Pira, Turi, Gorziannaro, Beriddi, Sa Tiria e Lo Kore.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Il permesso di ricerca di Funtana Bona venne rilasciato il 16 ottobre del 1911 per una durata di 3 anni, al Sig. A. Gianoglio e Soci per minerali di piombo, argento, zinco, rame, ferro, antimonio e oro.

In realtà questa piccola miniera è probabilmente più antica, in quanto il Baldracco nel 1854 narra, citando il Belly, di una miniera di rame, ferro e piombo sul versante orientale del Monte San Giovanni lungo il rivolo di Funtana Ruia; inoltre a mezz'ora circa di cammino dalla precedente miniera, alle falde del Monte Molentes una squadra di minatori scavò diversi pozzi di ricerca per minerali piombiferi. Il Baldracco racconta anche che nel rilievo di Altomonte, presso Orgosolo, furono scavati diversi pozzi di ricerca di "ragguardevole profondità", ma tale affermazione risulta ora difficilmente valutabile.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa

Nel 1970 il permesso di ricerca passò al Dott. Antonio Maria Corraine di Fluminimaggiore, il quale ricercò minerali di piombo, zinco, rame, antimonio, manganese, molibdeno, fluoro, cadmio e bario in un'area di 325 ettari nel territorio di Orgosolo.

Ora le tracce della miniera di Funtana Bona sono totalmente occultate all'interno della fitta foresta di Montes; lungo il rigagnolo si trovano ancora alcune gallerie con discariche di ossidati, qualche binario della decauville, mentre i carrelli giacciono lungo il rio, travolti dall'ultima alluvione. Trovare i segni di questa antica ricerca non è facile in quanto nascosta dal tempo e dal ricordo dei più.

Coloro che volessero ricercarne le tracce devono raggiungere la Caserma di Ilodei Malu, nella Foresta di Montes, quindi andare in direzione del vivaio della forestale presso Funtana Ruia e dopo una passeggiata di 10 minuti scendere in direzione del rio; si ricorda che l'accesso alla foresta è consentito previo consenso da parte degli operatori della forestale di Montes.


I minerali di Orgosolo

Arsenopirite, Blenda, Calcopirite, Galena argentifera, Pirite.


Ubicazione della miniera di Funtana Bona con Wikimapia:


Bibliografia

Archivio EMSA-Progemisa

BALDRACCO CANDIDO "Cenni sulla costituzione metallifera della Sardegna" – Torino, 1854.

FADDA ANTONIO FRANCO "Sardegna, guida ai tesori nascosti" - Ed. COEDISAR, Cagliari, 1994.

BILLOWS E. "I Minerali della Sardegna ed i loro Giacimenti" - Cagliari, 1941.

VACCA ODONE ENRICO "Itinerario Generale dell'Isola di Sardegna" - Gia Editrice, 1881.

Carta Geologica in scala 1:100.000, Foglio n. 207, Nuoro.

Carta Geologica della Sardegna 1:200.000, 1997.

Vota questa miniera

Questa pagina è stata visitata 2880 volte

    home -- mappa -- chi siamo -- contatti
    le miniere -- il parco -- la storia -- link
    le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
    libri e miniere