il logo di www.minieredisardegna.it

Vai alla miniera di:

(Miniere di Gerrei - Parteolla)
Miniera di Monte Genis

Miniera di
Gerrei - Parteolla

  1. Fluminimaggiore
  2. Gonnosfanadiga-Villacidro
  3. Sardegna centrale
  4. Monte Narba (San Vito-Muravera)
  5. Salto di Quirra - Gerrei
  6. Nurra (Alghero) e Planargia
  7. San Vito - Villaputzu
  8. Rio Ollastu (Burcei)
  9. Arburese (Arbus)
  10. Iglesias-Gonnesa
  11. Iglesias-Marganai (Domusnovas)
  12. Monte Arci (Pau)
  13. Sulcis (alto e basso)
  14. Salto di Gessa (Buggerru)
  15. Barbagia - Alto Sarcidano
  16. Gerrei - Parteolla
  17. Monte Albo (Lula)
  18. Silius
  19. Ogliastra
  20. Orani - Nuorese
  21. Sassarese
  22. La Maddalena - Gallura

La Storia

Il permesso di ricerca di Monte Genis (Villasalto-San Nicolņ Gerrei), venne rilasciato alla Soc. Fluorsarda Spa il 15 settembre del 1972 per minerali di piombo, zinco, argento, rame, bario e fluoro. Tale permesso venne prorogato nel 1984 e coincise con l'asportazione di 800 misti di bario e fluoro.

Nel 1973 vennero eseguiti rilevamenti geominerari mediante trincee, sondaggi e uno studio fotogeologico. Nel 1976 erano state realizzate trincee e anche scavi in sotterraneo.

Nella localitą di Riu Funtana Mirau ad ovest di Monte Genis si ricercava un filone baritico con tracce di fluorite e mosche di galena con direzione N70°E impostato all'interno della formazione scistoso-arenacea di San Vito. Erano presenti diversi imbocchi di galleria, uni in localitą Mitza Padenti Mannu e un altro presso Mitza sa Tuppa. Altri lavori vennero effettuati in localitą Riu Salias e Riu S'Ortu Arangius per coltivare 2 filoni prevalentemente baritici.

Nel 1980 vennero realizzati 70 metri di discenderia impostata nel canale Riu Zureddu a quota 640 metri.

Nel 1987 il 50% delle quote socetarie passarono dalla SAMIM alla SIM fino alla rinuncia definitiva che si ebbe nel 1990.

Nel 1999 venne richiesto un permesso di ricerca di un solo anno, per bario, fluoro e altri minerali dalla Soc. Nuova Mineraria Silius Spa per un'estensione di 575 ettari.

clicca per ingrandire la mappa

La Geologia

L'area in esame č caratterizzata dalla cupola granitica di Monte Genis e tutt'attorno dalla formzione sedimentaria Ordoviciana formata da arenarie, filladi, argilloscisti e quarziti. La cupola granitica č attraversata da una netta frattura di direzione ENE-WSW lunga oltre 1 km, su cui si č impostata la mineralizzazione principale e le ricerche minerarie.


Bibliografia

Archivio EMSA-Progemisa.

FADDA ANTONIO FRANCO "Sardegna, guida ai tesori nascosti" - Cagliari, Ed. Coedisar, 1994.

MEZZOLANI SANDRO e SIMONCINI ANDREA "Sardegna da Salvare. Storia, Paesaggi, Architetture delle Miniere" VOL XIII. Nuoro, Ed.Archivio Fotografico Sardo, 2007.

Carta Geologica della Sardegna 1:200.000, 1997.

Vota questa miniera

Questa pagina č stata visitata 107 volte

    home -- mappa -- chi siamo -- contatti
    le miniere -- il parco -- la storia -- link
    le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
    libri e miniere
    I Geositi della Sardegna