il logo di www.minieredisardegna.it

Cesare Vecelli

clicca per ingrandire la mappa

CESARE VECELLI

(Nasce a Venezia il 7 febbraio 1881 - Muore il 4 aprile 1947 a Cimadolmo).

Cesare Vecelli era il quarto figlio di Flavia Rinaldi e Antonio Vecelli, rimasto orfano di padre e madre in tenera età, crebbe col fratello Alessandro e la sorella Lavinia e dovette sopportare ristrettezze economiche impreviste e acute che lo costrinsero a trasferirsi a Cimadolmo, paese in provincia di Treviso.

Intelligente e curioso, frequentò la scuola regolarmente, con successo e merito, anche grazie agli sforzi che i fratelli fecero per farlo studiare.

Le sue inclinazioni furono sempre verso la scienza e la tecnica, infatti dopo la laurea, trovò impiego in Corsica e il 9 maggio 1912 risultò risiedere a Iglesias dove fu assunto dalla Società belga Vieille Montagne (Società leader nel settore minerario), con incarichi sempre più rilevanti e prestigiosi.

Dagli anni venti del Novecento sino alla seconda guerra mondiale fu il migliore tra i tecnici operanti nell'isola per conto della società Vieille Montagne; quando lavorò in Sardegna, comprese le condizioni di lavoro dei minatori e degli operai alle sue dipendenze e cercò di alleviare, con inconsueto rispetto e con innovazioni tecnologiche appositamente concepite, le penose condizioni di lavoro in cui erano costretti a operare.

Il suo nome è legato a Porto Flavia, non lontano da Iglesias, che volle dedicare alla figlia amatissima; con tale capolavoro d'ingegneria, risolse le difficoltà connesse al trasferimento dei minerali dall'entroterra al mare, e quindi quelle relative al carico delle navi che li avrebbero trasportati ai luoghi di destinazione. Inoltre raggiunse lo scopo di migliorare le condizioni di lavoro degli uomini addetti al trasporto e quindi salvaguardare la loro salute.

Morì il 4 aprile 1947 a Cimadolmo.


Questa pagina è stata realizzata grazie al prezioso aiuto di Roberto Camedda, amministratore del Gruppo Facebook GAMS (Gruppo Archeologia Mineraria Sardegna).

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere