il logo di www.minieredisardegna.it

Vai all'intervista di:

Figli di Miniera

L'intervista a Tarcisio Agus, Sindaco di Guspini

I temi dell'intervista a Tarcisio Agus

  1. Franco Farci
  2. Antonio Congia
  3. Giampiero Pinna
  4. Sandro Mezzolani
  5. Ilio Salvadori
  6. Sandro Putzolu
  7. Tarcisio Agus
  8. Daverio Giovannetti
  9. Gianfranco Bottazzi
  10. Giampiero Pinna (2)
  11. Peppuccio e Angelo
  12. Alessandra Fantinel
  13. Franco Esu
  14. Ricordi sparsi dei minatori di Buggerru

Un parco al servizio dei piccoli comuni

Quindi il parco era uno strumento che poteva darci… Pensavamo in quel periodo che la Sardegna sarebbe uscita dall'obiettivo 1, e grazie anche ai contatti che abbiamo avuto con le aree minerarie del Galles e del Nord Europa che fruiscono già non più dell'obiettivo 1, ma dell'obiettivo 2, loro ci dicevano: "sulla base di un piano parco, essendo riconosciuto dall'Unesco, è possibile accedere ai fondi direttamente alla Comunità Europea, senza passare tramite cofinanziamento nazionale". Quindi con un piano del parco possiamo accedere direttamente… quindi l'Ente parco può accedere direttamente ai proventi europei.

Questo sarebbe stato chiaramente un canale privilegiato, e avrebbe sicuramente aiutato tutti quei piccoli comuni che anche oggi sulla misura 2.2, che è la misura dei beni minerari, i comuni, una volta che hanno fatto il progetto, siccome devono impegnare il 10%, non hanno più risorse per fare altri progetti. Invece il Parco geominerario avrebbe potuto fare un progetto organico, non so, un primo percorso organico, e avrebbe finanziato e fatto i progetti e finanziato anche i progetti dei piccoli comuni. Perchè se teniamo conto… noi avevamo stimato che mediamente se avessimo fatto un bando per occupare 50 persone che avrebbero creato uno staff tecnico e amministrativo del Parco geominerario, noi avremmo speso massimo 3 miliardi, sto anche abbondando, 50 unità tre miliardi di stipendio, sarebbero rimasti tre miliardi che utilizzati come cofinanziamento al 10% avrebbe dato la possibilità a miliardi di intervento nelle aree minerarie. (…)

Il parco può essere uno strumento di sostegno anche alle piccole realtà che hanno un patrimonio minerario, che può essere messo in rete intervenendo direttamente con progetti pianificati. Mentre oggi, invece, assistiamo ad interventi dei singoli comuni che hanno possibilità economiche, parlo del mio comune che rispetto al comune di Armungia o al comune di Villasalto, che può tentare di fare un progetto di 800 milioni o 1 miliardo, ne deve mettere 100 milioni, e già 100 milioni gli blocca il bilancio comunale. Cioè, voglio dire, non è che possa farne più di tanto. Quelli che possono farne sono i grossi comuni, ma si rischia che poi il parco nasca solo su comuni grossi, e non sulle realtà più piccole, che comunque fanno parte di un percorso ideale di fruizione della Sardegna in tema di percorsi minerari.

Quindi il parco è strumento utile all'intervento nelle piccole realtà che hanno pure testimonianze importanti di miniere, e che possono essere messe in rete all'interno di un percorso… poi… diciamo, pubblicizzato, articolato e organizzato, e quindi di sgravare le piccole amministrazioni di incombenze che sono le progettazioni, perchè devi pagare i progettisti, che sono le quote di partecipazione che minimo devono essere del 10%, ripeto, ne fanno uno e basta. Invece tutti gli anni potremmo fare tantissimi progetti, e quindi, da un lato ci sono i soldi del ministero per le bonifiche, e quindi si interveniva parallelamente alle bonifiche e al recupero, e quindi poi alla fruizione e quindi alla valorizzazione.

  1. Come il destino del Parco si intreccia con quello dei lavoratori socialmente utili
  2. Un parco anomalo con pochissimi vincoli
  3. La rocambolesca nascita ufficiale del Parco
  4. Un parco al servizio dei piccoli comuni
  5. Il Parco come coordinatore e strumento della programmazione proveniente dai comuni
  6. Ancora sul Parco come strumento della programmazione dei comuni
  7. Cattiva gestione e "Buone Pratiche"
  8. Parco geominerario, Geoparco, "cabina di regia"
  9. Il Parco tra resistenze regionali e scetticismo di molti comuni
  10. Il Parco che sottrae risorse da gestire non piace alla Regione

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere