il logo di www.minieredisardegna.it

Storia mineraria della Sardegna

La concessione generale ai Nieddu e Durante

I capitoli

Per la storia mineraria della Sardegna l'arrivo dei Savoia nel 1718 rappresentò un nuovo impulso dopo il quasi totale disinteresse dei governanti spagnoli.

In un primo momento il governo sabaudo optò per la concessione generale: tutte le miniere nel territorio dell'isola venivano concesse per un periodo limitato ad un unico concessionario. La prima concessione generale, dal 1720 al 1740, fu ottenuta dai cagliaritani Pietro Nieddu e Giovanni Stefano Durante. I due lavorarono quasi esclusivamente a Monteponi, presso Iglesias, e a Montevecchio, presso Guspini. In un secondo momento allargarono la loro attività al Fluminese e a Masua.

Alla fine del ventennio che li vide unici concessionari Nieddu e Durante produssero circa duecento chili di argento.

  1. La Sardegna sotto i Savoia
  2. La concessione generale ai Nieddu e Durante
  3. La concessione generale a Carl Gustav Mandell
  4. La seconda metà del Settecento
  5. La gestione dell’avvocato Mameli (1759-1762)
  6. La gestione del Cav. Belly (1762 – 1791)
  7. Anni Trenta dell’Ottocento: le proposte dell’Ingegner Mameli

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere