il logo di www.minieredisardegna.it

Vai alle miniere di:

Le miniere di Nurra (Alghero) e Planargia

Le miniere di
Nurra (Alghero) e Planargia

  1. Fluminimaggiore
  2. Gonnosfanadiga-Villacidro
  3. Sardegna centrale
  4. Monte Narba (San Vito-Muravera)
  5. Salto di Quirra - Gerrei
  6. Nurra (Alghero) e Planargia
  7. San Vito - Villaputzu
  8. Rio Ollastu (Burcei)
  9. Arburese (Arbus)
  10. Iglesias-Gonnesa
  11. Iglesias-Marganai (Domusnovas)
  12. Monte Arci (Pau)
  13. Sulcis (alto e basso)
  14. Salto di Gessa (Buggerru)
  15. Barbagia - Alto Sarcidano
  16. Gerrei - Parteolla
  17. Monte Albo (Lula)
  18. Silius
  19. Ogliastra
  20. Orani - Nuorese
  21. Sassarese
  22. La Maddalena - Gallura

La Nurra č una regione della Sardegna Nord occidentale, geologicamente caratterizzata da depositi carbonatici del Giurassico e del Cretaceo; questi risultano fratturati e dislocati per opera dell'ultima orogenesi Alpina (Cenozoico). In questa regione si č sviluppato un carsismo molto intenso, soprattutto lungo la costa dove si sono formate grotte di notevole importanza (es Grotta di Nettuno in prossimitą dello Sperone di Capo Caccia).

Gran parte delle miniere della Nurra (Argentiera, Canaglia e Calabona) coltivavano mineralizzazioni filoniane a piombo e zinco ospitate nel complesso metamorfico ercinico, escludendo chiaramente i giacimenti bauxitici di Olmedo che risultano su rocce carbonatiche mesozoiche.

Altre mineralizzazioni filoniane a prevalente antimonite sono state oggetto di ricerca negli anni '30 del '900; di queste citiamo le localitą di Rocchi di San Nicola, Badde Ozzastru, Sa Carazza, Lu Laccu, Sa Bumbarda, Serra de Mauro.

clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa clicca per ingrandire la mappa
  1. Argentiera
  2. Canaglia
  3. Calabona
  4. Olmedo
  5. Capo Marargiu

home -- mappa -- chi siamo -- contatti
le miniere -- il parco -- la storia -- link
le interviste -- i minierabondi -- precauzioni
libri e miniere